Ciondolo Senzanome!

27 commenti
Buongiorno a tutti!
E buon inizio settimana (il lunedì . . . ma chi l'avrà inventato??!!!! ;) )

Ieri in relax dopo il mare mi sono dedicata alle mie crezioni e ho dato vita ad un ciondolo che amo particolarmente, perchè l'ho realizzato applicando una tecnica nuova!

A sovrapporre diverse forme avevo già pensato quando ho realizzato il Double Flower, vi ricordate?
In quell'occasione avevo usato delle strisce da 2 mm, e avevo lasciato che le "coils" (i rotolini) si espandessero liberamente prima di dar loro la forma dei petali: in questo modo, e grazie anche allo sfasamento delle due forme, si è creato un gioco di trasparenza che ha conferito al gioiello anche grande leggerezza "visiva" per così dire!! ^^

Nella creazione che vedete oggi invece il risultato è un po' diverso, perchè la carta è più larga e l'effetto risulta più pieno.


Ciondolo "Senzanome"



Ho usato due colori molto diversi per creare un contrasto forte.

La base, a sei petali, è lilla; mentre il secondo livello, a cinque petali più piccoli, è di un blu molto scuro.
Al centro ho posizionato uno strass bianco, che conferisce una luminosità eccezionale, molto più intensa di quanto immaginassi!
Nel passante, anch'esso realizzato con la carta, ho infilato un cordoncino blu.

Ciondolo "Senzanome"



Quello che differenzia questo ciondolo dal Double Flower non è soltanto la carta usata, ma anche la tecnica nuova che ho applicato al fiore blu.
Infatti il secondo livello del ciondolo, non rimane piatto ma rialzato, in rilievo rispetto alla base.

Dettaglio: "Cupping tecnique"















Dettaglio: "Cupping tecnique"

















La tecnica usata si chiama "Cupping tecnique", da cup=tazza, e consiste nell' assemblare i petali distribuendo poca colla ma in più punti, posizionare il tutto in una forma cava (per esempio una tazzina appunto) e aspettare qualche minuto premendo perchè la forma si fissi.

Spiegato a parole sembra abbastanza banale, almeno a me così era parso!!
Ma vi posso assicurare che realizzarla non lo è affatto!

Perchè se si mette poca colla i petali si staccano non appena li togliete dalla forma; se ne mettete troppa sono così ben attaccati tra loro che non si piegano per niente!
Se esercitate troppa pressione si sformeranno, se ne esercitate troppo poca il fiore rimarrà piatto . . . insomma bisogna fare molta pratica per trovare il giusto equilibrio per tutto!!


Dopo vari tentativi finalmente sono arrivata ad un buon risultato, anche se certo, si può sempre migliorare!!

Va bene, direi che per oggi è tutto, quindi vi saluto!

Ah, per il nome del ciondolo ero totalmente senza idee, perciò alla fine ho optato per la scelta più naturale: si chiama Senzanome!! ^_^

Ciaoooooooooooooooo ♥♥♥

Fiori e pecorelle!

16 commenti
Ciao a tutti!!
In questo periodo non sono molto presente, un po' perchè sto studiando nuove tecniche e facendo mille prove!!! e un po' perchè si sa, con l'estate, tra mare e giri turistici per l'isola, il tempo non è tantissimo!

Però oggi sono riuscita a passare un attimo e ora posto alcune foto di due cosette fatte così al volo: non sono gioielli, come vedrete, ma creazioni realizzate per divertirmi!

Il primo è un fiore, composto di una parte centrale sfrangiata e di petali abbastanza elaborati.




Di solito realizzo fiori piatti, questa volta l'ho voluto provare tridimensionale diciamo, un fiore vero e proprio con gambo per tenerlo e anche metterlo in un vasettino volendo!












La seconda creazione è la Pecorella Shirley!!!!!!



Il corpo è realizzato con la tecnica del plaiting, mentre per tutto il resto ho usato le classiche "coils".

L'ho chiamata così per via dei capelli ricci alla Shirley Temple!!!! ^_^





Ecco qui, per ora è tutto, buon fine settimana e baci dalla vostra Miss Quilling!!!!


Linky Party 2014
Copyright © MissQuilling

Blog Design by La Creative Room